We work with.

Abbiamo il piacere di condividere strategie e progetti con clienti provenienti da settori e mercati molto diversi. Le esperienze, gli stili e i professionisti con cui ci confrontiamo ogni giorno ci permettono di crescere e di migliorare il valore e l’efficacia dei nostri servizi.

LUISA VIOLA
GENERALI
IEG
ROSSI D'ASIAGO
AGOSTINI GROUP
INGLESINA
ILLY
JTACA
STONEFLY
SILVELOX
BOTLIGHTING
CENTROMARCA BANCA
LUXOL
WEB EYEWEAR
FITT
GIANESE
HOUSE TO HOUSE
LITEC
MARCAGEL
CUTOLO RIONERO
GASTONE LAGO
CONFSERVIZI VENETO
CIMM
VI.SPO
LIVINGSTONE
PLANITSPHERE
DAIKO
MONTBEL
ADIX
DOLOMITE
ANFIT
VESCOVI
PROCAFFé
ROUGJ
SGAMBARO
ADVAR
WALDNER
VOLTECO
GIANESE
LEUCOS
RIGONI VITTORINO
FOSCARINI GROUP
LUCAFFÈ
ICA SYSTEM
ARCADIA
EMMEGI ZINCATURA
FENICE
ELECTROLUX
FIAMM
REAL COMM
BRISTOT
CA' VAL

Betamotor, Bizzotto, Briccocafè, Broker Immobili, Carpenè Malvolti, Comune di Jesolo, Confindustria Veneto, Costadilà, CSTRE, De Majo, Dedar, Dimensione Turismo, Edil 79, Emmequatro, Emmeti, Esse-ci, Essequattro, Etonic, Extro, F.lli Comunello, Faram, Fassa Bortolo, Fenice Car System, Fisherman’s Friend, Fiv, Gastone Lago Elledi, Genova Industrie Navali, GGP, GlaxoSmithLine, Golden Lady, Goldenpoint, Gruppo Fallani, Hugo Boss Eyewear, Iana, Imeco, Impa, Italcontainer, Italian Fine Wines, Jolly motor, Kappa Occhiali, KBlue, La Biennale di Venezia, La Gioiosa, Lactacyd, Latterie friulane, Lba, Lilla Pois Auchan Groupe, LineaLight Group, Luxit Morgano, Marcolin, Master Gnocchi, Medical Training, MeridianaFly-Air Italy, Metalnova, Metarex, Morellato Cinturini, Mulini di Mure, Murano Due, My Nav, NGH, Nico, Nordica, Park DalNegro, Philippe Matignon, Polyedra, Proconsulting, Quarta Dimensione, Quattre Finestre, RCH, Rdz, Reminiscence, Replay & Sons, Riello Burners, Risport, Ristop, Safilo, Santa Margherita, Secea, Selle Royal, Silfab, Sinesy, Sisi, Soteco, Sutto, Teatro Stabile di Verona, Timberland, Triple-zero, Trudi, ULSS 9 TV, Unifarco, Unindustria Treviso, Us Polo Assn., Varaschin, Veneto Sviluppo, Villa Sandi, Völkl, Zambelli group

Claim CoWo.

Offriamo un contenitore di valori e proposte, un modello organizzativo avanzato che mette a disposizione spazi attrezzati a quanti vogliano accompagnarci lungo il percorso dell’innovazione. All’interno dei 1000 mq della nostra sede di Preganziol, abbiamo destinato ai coworkers uno spazio open space di circa 150 mq, rigorosamente a orario continuato, con postazioni di lavoro sempre connesse in banda larga, sale riunioni, area mensa, posti auto riservati. I coworkers che ci scelgono sono professionisti indipendenti che operano nell’ambito della comunicazione e dei nuovi media, con loro creiamo una rete di relazioni, un ecosistema “contagioso” e viralizzante di menti creative, in costante contaminazione reciproca. Con loro condividiamo strategie e percorsi per evolvere idee e progetti, trasformando l’architettura dell’open space in una replica tangibile del social hub.

The space.

Servizi e orari.

Claim Cowo offre una postazione lavoro costituita da: ampia scrivania + poltrona, spazio “dedicato” per i propri libri/documenti in un scaffale-libreria, connessione internet veloce, servizi di stampa a colori e di fax, n. 2 sale riunioni (prenotabili su appuntamento), toilette, area caffè e mensa, parcheggio auto, affiliazione con Cowo Milano per agevolazioni negli utilizzi di altri Cowo in italia e all’estero.

Abbiamo due “formule” di ospitalità: formula full time: dal lunedì al venerdì – dalle 8.20 alle 18.30 (orario continuato) e formula part time: utilizzo parziale della postazione (mezza giornata oppure alcuni giorni della settimana)

9 scrivanie
1 sala riunioni da 16 posti
1 sala riunioni da 6 posti
Multipostazione
Wi-fi banda larga
Servizio reception
Stampante e Fotocopiatrice
Recapito Postale
Kitchenette (frigo + microwave)
Fermata autobus
Posto auto
Stazione ferroviaria / bike sharing

Non è sport, è sport(story)telling.
18.Luglio.2019
scroll

La conclusione dell’ISPO Outdoor che ci ha permesso di osservare live le tendenze globali del mondo sportivo, e numerosi nuovi progetti presentati per brand noti come Tecnica, Snauwaert, Blizzard e Lotto richiedono una riflessione sulla comunicazione e lo storytelling del mondo dello sport, dall’abbigliamento agli articoli sportivi, un settore che tradizionalmente ci vede non solo impegnati, ma partecipi attivamente.
In Claim parlare di sport piace molto, per passione, vocazione e interesse, e chi meglio di Alberto Colla, partner dell’agenzia, esperto di marketing e branding, già coach di basket e dirigente sportivo poteva raccontarci come si elaborano strategie di comunicazione nello sport?

Una nuova comunicazione per consumatori multichannel.

Credo che la comunicazione di questo mondo debba tener conto della forte evoluzione della cultura sportiva alla quale gli appassionati sono ormai abituati, un’evoluzione dei linguaggi multimediali dettata dalle nuove tecnologie che ha generato consumatori con una cultura visiva estremamente esigente.

Pensiamoci: oggi un appassionato di sport – intendo chi lo segue e lo pratica – è abituato alle infinite riprese, ai VAR che mostrano da decine di angolazioni il rallenty di un fallo o un rigore, al hawk-eye che controlla se la palla da tennis è dentro o fuori. Si aspetta di vedere il primissimo piano teso, sofferente e glorioso di una scalatore al Tour de France, la smorfia al paletto inforcato nell’ultima porta di slalom. E’ lo stesso appassionato, lo stesso consumatore che in rete cerca e approfondisce le performance delle tecnologie di membrane, suole, integratori e cambi di bici, verifica le recensioni per comprendere l’oggettiva possibilità di miglioramento dei risultati, sfoglia test e guarda prove su Youtube.

Noi comunicatori dobbiamo sapere tutto quello che sa il nostro consumatore, e non solo: dobbiamo essere appassionati quanto lui, curiosi come lui, pronti ad emozionarci e al tempo stesso in grado di offrire competenza e credibilità.

Pensata per uno sportivo dai molti interessi, la campagna Tecnica Forge: una strategia multichannel che armonizza tecnologia e storytelling, aspirazioni e attitudini. Dal naming evocativo a un video pensato come una ripresa sportiva, alternando il 3D a spettacolari riprese in esterni. Per saperne di più leggi il progetto.

Linguaggi e attitudini: quando l’agenzia fa sport.

Sembra un paradosso, ma siamo convinti – ed è stata una strategia vincente – che chi parla di sport deve conoscerlo: per questo per seguire i progetti dello sport ho voluto un team di professionisti altamente qualificati che in più fossero degli sportivi. Copywriter, art-director, strategist e organizzatori all’interno dell’agenzia hanno dialogato con stylist, fotografi e videomaker, scelto di fotografare e riprendere non modelli, ma veri atleti in azione.

Una disciplina ferocemente sincera, panorami mozzafiato e altissima tecnologia: per realizzare riprese e immagini del progetto Tecnica Origin un team di creativi e sportivi ha seguito veri trail runner lungo i sentieri di montagna. Trasformando la tecnologia in emozione abbiamo dato vita a una strategia multichannel che ha coniugato storytelling e features tecniche in materiali di comunicazione. Per scoprire ogni dettaglio esplora il progetto.

Quando lo sport diventa moda e lifestyle.

Un passo di lato per scoprire che i materiali, le linee e i colori dello sport sono anche un fenomeno di costume, e che ormai non ci sono barriere tra quello che si indossa per “performare” nello sport o quello che ci si mette addosso per soddisfare la propria interpretazione di lifestyle
E’ qui che l’agenzia deve costruire la sua strategia lavorando sull’immaginario collettivo, sul pensiero laterale e soprattutto sulle contaminazioni, frequentando il mondo degli youtuber e degli influencer, di certe aree urbane, dei social network per leggere quello che i consumatori restituiscono e pensano.

La strategia ideata per Athletica di Lotto è stata quella di rendere vivi nuovi materiali tecnologici attraverso un’interpretazione piena di riferimenti che il target dell’azienda è in grado di percepire e cogliere al volo. Telefilm anni ’80 e romanzi on the road, musica trap e nuove femminilità, multietnicità e senso di appartenenza, famiglie allargate e spirito di amicizia: nelle immagini per Athletica non c’è solo il ritratto di una nuova società, ci sono le sue aspirazioni. Vedi tutto nel case dedicato.

 

Storytelling tra tecnologia e emozione
La maggior complessità che affrontiamo quando lavoriamo su brand sportivi è proprio nel nostro bisogno di coniugare la tecnologia – che il consumatore ci chiede e che deve essere spiegata – con una narrazione che emozioni e coinvolga: perchè se lo sport non coinvolge, beh, stiamo parlando d’altro, no? La scelta di essere sportivi e di riprendere sportivi in azione significa anche scoprirne le emozioni, i percorsi mentali, il gusto di certe discipline così resilienti e ci riconduce al senso più vero e umano dello sport, fatto di solidarietà, amicizia, sfide e momenti. Perchè lo storytelling è personale, e deve poter parlare ad ognuno di noi.

Non credo ci sia un solo modo di affrontare la questione: per ogni cliente abbiamo individuato percorsi diversi, e disegnato strategie uniche, scegliendo ogni volta di lavorare sull’equilibrio tra descritto e raccontato, tra dimostrato ed emozionato, in maniera personale e originale. Ma sempre diversa.

next magazine